Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

Il respiro vitale della Bioenergetica

Muovere il corpo, liberare le proprie emozioni per riaccendere la fiamma della nostra energia

Image by Max on Unsplash.com


Con questo mio articolo voglio contribuire alla diffusione degli incredibili benefici che sono alla base della Bioenergetica. Nello specifico è definita una tecnica psicocorporea che grazie a specifici e consapevoli movimenti ed esercizi fisici a cui vengono abbinati profondi e rivitalizzanti respiri, si dà vita ad un lavoro armonico tra mente e corpo capace di attuare un processo di scioglimento dei blocchi energetici e fisici che spesso sono il risultato della nostra storia, del nostro carattere che definisco le caratteristiche, o corazze, del nostro corpo. Se vogliamo, la bioenergetica è una profumata gomma che aiuta a modellare o a cancellare tali blocchi dando spazio all’energia vitale che è insita in ognuno di noi, creando un foglio bianco dove scrivere il nostro qui e ora.

Elemento fondamentale della bioenergetica è il respiro. Wilhelm Reich, psicoterapeuta allievo di Freud e il padre di tutte le terapie corporee, intuì che dal respiro dipende la funzione metabolica ed energetica dell’individuo. Il respiro ci dice moltissimo della persona che abbiamo innanzi, la sua storia e come ha influenzato il far proprie determinate posizioni, blocchi, contratture, etc. Reich definisce queste “tensioni somatizzate” come “blocchi energetici” che con l’andare del tempo definiranno la nostra protezione sia caratteriale che fisica.

Per ridefinire e sbloccare il proprio carattere, ma anche i freni che il corpo assume, è necessario generare un respiro profondo, consapevole, sentendone tutta la forza vitale che è insita in questo così semplice, ma al contempo fondamentale, atto. Inspirare ed espirare con la cognizione di quanto avviene, crea benefici totalizzanti sia nel corpo fisico che ad un livello emozionale.

L’energia orgonica, così la definisce Reich, quando si blocca e ristagna nei sette segmenti corporei che ha individuato, oculare, orale, cervicale, toracico, diaframmatico, addominale, pelvico, con l’andar del tempo favorisce l’insorgere di malattie e patologie direttamente collegate con l’inconscio. Lo psicoterapeuta delinea così una tipologia di massaggio basata sulla respirazione del paziente in uno stato “vegetativo” basata propri sul tocco di determinate zone corrispondenti ai segmenti accompagnate dal respiro, creando un flusso energetico di carico-scarico capace di attivare uno scioglimento dei blocchi e dar vita ad un flusso energetico vitale di estremo benessere.


Il lavoro bioenergetico

Alexander Lowen, va invece oltre alla pressione e manipolazione ideata dal suo maestro Reich e studiando posizioni che i pazienti assumano in situazione di stress crea esercizi mirati in grado di sciogliere e rilasciare tensione grazie all’attivazione di liberatorie vibrazioni.

Gli esercizi uniti al respiro bioenergetico hanno dato così ampia dimostrazione di come il flusso energetico riprendesse il suo naturale corso. Immaginate pertanto un fiume, quando viene messo un ostacolo che ne impedisce lo scorrere delle acque, questo trasborda dalle rive, oppure l’effetto dell’acqua che non scorre è quella di uno stagno, dove si crea si vita, ma si genera la fluidità e il ricambio necessario per avere acque limpide.

Io immagino l’energia vitale un continuo scorrere dal basso verso l’alto, dall’alto verso il basso generando benessere in tutto il corpo, accendendo le emozioni ogni qualvolta ne viene a contatto.

Mente e corpo sono liberamente connessi nel lavoro bioenergetico, si amalgamano senza impedimento alcuno, in flusso dove tutto fluisce, dove tutto è possibile, senza limiti affidando la nostra energia a ciò che è.

A differenza della normale ginnastica la bioenergetica è collegata ad una funzione inspiratoria ed espiratoria che permette di entrare in contatto con le zone in cui percepiamo maggiormente il blocco e la tensione cercando di scioglierle. A differenza dello yoga, la respirazione viene eseguita per lo più con la bocca aperta e in maniera liberatoria, può essere seguita da espressioni vocali che ne esaltano il senso di benessere.

C’è una frase bellissima di Lowen a cui mi ispiro prima di ogni sessione di bioenergetica, ovvero: “Abbiamo paura della vita, ecco perché cerchiamo di controllarla e dominarla”, ecco allo stesso modo noi tendiamo ad aver paura del nostro corpo, della nostra libertà; pertanto, siamo portati a controllarlo e a dominarlo e ciò, oltre a creare in noi blocchi fisici, spesso limite la nostra libertà anche nella sfera sessuale. Quindi per rifarmi ancora a Lowen direi: “essere pieni di vita significa respirare profondamente, muoversi liberamente e sentire con intensità”.

La bioenergetica è sicuramente uno strumento prezioso sia per gli psicologi che per i naturopati, poiché permette di dar vita ad un lavoro energetico di sblocco, quindi di benessere, profondo che va oltre ad una seduta basata sul dialogo, ma bensì permette un approccio dove il corpo si trasforma in parola e dove la parola è libera di esprimere ciò che l’emozione definisce. Allo stesso tempo le caratteristiche fisiche mostrano gran parte della storia e del carattere del paziente/cliente, agevolando il rapporto empatico e confidenziale che si instaura per percorrere insieme la strada verso il benessere.


Alcuni esercizi fondamentali

Alla base del lavoro energetico c’è sicuramente il grounding, anch’esso legato alla respirazione e che induce a instaurare sin da subito il contatto dei piedi con la terra, ovvero con la realtà, con il percepirsi e il percepito. Come? Spostando il centro gravitazionale dell’addome accogliendo la carica energetica delle gambe e dei piedi facendo si che l’individuo abbia la sensazione di essere in contatto con la realtà.Questo permette di accrescere la sicurezza in sé e di aumentare il contatto con la realtà trasmutandolo negli aspetti della vita quotidiana. Il bend over  aiuta ad amplificare i benefici del grounding, a sentire maggiormente le gambe creando in modo autonomo vibrazioni e quindi la carica energetica

Tra gli esercizi fondamentali anche la camminata consapevole, che ci riporta a provare la sensazione del camminare per la prima volta, sentendo bene il contatto del piede con il suolo, tutte le dita, la pianta e il ruolo fondamentale che ha nella nostra quotidianità.

Questi sono alcuni degli esercizi bioenergetici, che variano a seconda di chi conduce la pratica, spesso sono accompagnati da suoni, permettendo di dare spazio alle emozioni che vengono massaggiate, riconosciute e avvolte in un processo trasformativo che possiamo ancora una volta chiamare energia!


Francesco Padrini ieri, oggi domani

Nell’elencare gli esercizi, mi viene subito alla mente il grande psicoterapeuta, psicologo, sessuologo Francesco Padrini, ora non più n questa dimensione, ma fortemente presente come energia nella sua Associazione Padrini www.associazionepadrini.org di via San Calocero, 6 a Milano e di cui io stessa faccio parte.

Padrini portò letteralmente la bioenergetica in Italia e a lui si devono la nascita sia del grounding massage, utilizzato molto da noi naturopati, che l’esercizio che dona un senso assoluto di libertà e di respiro dentro all’infinito, ovvero Nuotando nell’aria. Questo esercizio mi ha condotta sulla strada della bioenergetica quale strumento per donare benessere, per rendere giustizia al corpo, rivestirlo di emozioni e spogliarlo di quanto non abbia alcun bisogno.

L’Associazione Padrini porta avanti la missione di Francesco Padrini e racchiusa nel suo moto “Respirare, muoversi, commuoversi“, che troviamo non appena si entra nelle sale dedicate alla pratica e al massaggio.

L’Associazione, la cui presidentessa è Maria Luisa Agnese, è guidata da Alessandra Bonomi, naturopata ed esperta in tecniche corporee che qui conduce ogni mercoledì dalle ore 19, alle 20 sezioni a offerta libera per trasmettere il messaggio di benessere insito nella bioenergetica. In merito a ciò dichiara “La bioenergetica è sentire il nostro corpo, risvegliare l’energia vitale e sentirsi liberi di esprimerci”.

È così semplice attivare uno stato di salute che non crediamo sia possibile e ci complichiamo la vita con tecniche decisamente costose e complicate, ma la bioenergetica porta con sé molteplici benefici che riaccendono il fuoco vitale, il ricircolo energetico nel corpo, nella mente e nell’anima. Essa risveglia la creatività, l’armonia sessuale, lavorativa, ma è anche un ottimo strumento per partecipare a programmi di prevenzione e antiaging!


Beatrice Pazi Autrice presso La Mente Pensante Magazine
Beatrice Pazi
Laurea In Filosofia | Diploma di Naturopatia presso Riza
……………………………………………………………..
Sito Web Email LinkedIn LinkedIn Instagram Instagram Facebook

Print Friendly, PDF & Email

© Tutti i contenuti (testo, immagini, audio e video) pubblicati sul sito LaMentePensante.com, sono di proprietà esclusiva degli autori e/o delle aziende in possesso dei diritti legali, intellettuali, di immagine e di copyright.

LaMentePensante.com utilizza solo ed esclusivamente royalty free images per uso non commerciale scaricabili dalle seguenti piattaforme: Unsplash.com, Pexels.com, Pixabay.com, Shutterstock.com. Gli Autori delle immagini utilizzate, seppur non richiesto, ove possibile, vengono generalmente citati.

LaMentePensante.com, progetto editoriale sponsorizzato dalla TheThinkinMind Coaching Ltd, in accordo i proprietari del suddetto materiale, è stata autorizzata, all’utilizzo, alla pubblicazione e alla condivisione dello stesso, per scopi prettamente culturali, didattici e divulgativi. La copia, la riproduzione e la ridistribuzione del suddetto materiale, in qualsiasi forma, anche parziale, è severamente vietata. amazon affiliazione logo

LaMentePensante.com, è un membro del Programma di affiliazione Amazon UE, un programma pubblicitario di affiliazione pensato per fornire ai siti un metodo per ottenere commissioni pubblicitarie mediante la creazione di link a prodotti venduti su Amazon.it. I prodotti editoriali (generalmente libri) acquistati tramite i link pubblicati sulle pagine relative agli articoli, alle recensioni e alle video interviste, daranno la possibilità a LaMentePensante.com di ricevere una piccola commissione percentuale sugli acquisti idonei effettuati su Amazon.it. Per qualunque informazione e/o chiarimento in merito al programma affiliazione Amazon si prega di consultare il sito ufficiale Programma di affiliazione Amazon UE, mentre per l’utilizzo del programma da parte de LaMentePensante.com, si prega di contattare solo ed esclusivamente la Redazione, scrivendo a: redazione@lamentepensante.com.

© 2020 – 2024 La Mente Pensante Magazine – www.lamentepensante.com is powered by TheThinkingMind Coaching Ltd, United Kingdom — All Rights Reserved.

Termini e Condizioni Privacy Policy

"Il prezzo di qualunque cosa equivale alla quantità di tempo che hai impiegato per ottenerla."

© 2020 – 2024 La Mente Pensante Magazine – www.lamentepensante.com is powered by TheThinkingMind Coaching Ltd, United Kingdom — All Rights Reserved.