Vivere tra sogni e scelte "Se puoi sognarlo, puoi farlo" non è abbastanza

16

 Tempo di lettura: 3 minuti


Forse questa non è la vita che hai sempre sognato, ma è la vita che hai scelto.

Oggi un po’ per caso ed un po’ grazie all’algoritmo di Instagram mi sono imbattuta in una delle frasi, o meglio, aforismi motivazionali più famosi.

Si tratta del noto, notissimo:

“If you can dream it, you can do it.”

Così Tom Fitzgerald, progettista Disney, coniò e diede vita a questa frase, dall’aura magica, negli anni ‘80. Il più delle volte, “Se puoi sognarlo, puoi farlo” rimane un sogno, delle altre si trasforma in un tatuaggio ed altre ancora in una didascalia Instagram.

Raramente si dà la giusta importanza a ciò che sta dietro a delle parole. Parole che rimangono tali, sogni che restano nel cassetto ed altri che vengono infranti.

Vivere solo sognando e credendo che quel qualcosa, prima o poi, accada non è la strada giusta.

Il sottotesto del tanto amato “se puoi sognarlo, puoi farlo” è che se puoi sognarlo, sei tu, soggetto attivo e capace di azione che devi trovare un modo per realizzare e concretizzare il tuo sogno.

La fata turchina abita in te insieme alla tua chiave di “svolta”.

Quindi per far sì che, l’iconica frase, diventi un vero e proprio mantra di vita possiamo solamente contare su noi stessi.


L’incontro ed il confronto con sé stessi

Il confronto con sé stessi viene tanto temuto perché ci obbliga a confrontarci con la verità. E la verità è che, spesso, ci si sente frustrati perché vorremmo qualcosa di diverso da ciò che abbiamo, ma non riusciamo a ottenerlo. Vorremmo vivere “quel qualcosa” in più nella nostra esistenza, ma non sappiamo bene cosa.

Altre volte sogniamo sì, ma i sogni degli altri. Talvolta realizziamo i sogni degli altri. Questo per non deludere le aspettative delle persone che ci vogliono bene, perché è così che va … perché lo dice la società.

Tuttavia il primo passo verso la realizzazione del nostro obiettivo è proprio spostare il focus su sé stessi. Ciò ci permette di capire quale sia il nostro scopo, che cos’è che ci rende davvero felici e seguire il proprio sogno senza avere nulla da recriminarsi.

Ascoltarsi significa smetterla di lasciarsi trasportare dalla corrente fino alla deriva.

Ascoltarsi significa smetterla di sentirsi in dovere di rispettare le aspettative della società. Se è vero che, da una parte, in qualità di attori sociali può essere favorevole, per certi aspetti, uniformarsi alle aspettative della società, non significa che si debba rinunciare ai propri desideri ed obiettivi.

Per questo è fondamentale domandarsi, se quello che facciamo, ogni giorno, ci gratifichi pienamente.

“Allinearsi con sé stessi è una pratica quotidiana”.

Chi ci permette di realizzare e vivere i nostri sogni e chi ci mette i cosiddetti “bastoni tra le ruote” è la stessa persona. Indovinate un po’? Siamo sempre noi.

Si tratta sempre della nostra persona. Un atteggiamento molto comune, però, è quello che porta a “ripararsi” dalle responsabilità. In questo modo la colpa dei nostri insuccessi non è la nostra. Si preferisce far affidamento sul “caso” piuttosto che su di sé. Oppure deporre nelle mani di qualcuno, o qualcosa, la responsabilità dei nostri fallimenti.

Scuse, scuse ed altre scuse!

Per molti il nemico è il tempo. Non c’è mai tempo per nulla però c’è tanto tempo da perdere. Per altri è “il sistema”, il sistema in generale; un po’ tutto un po’ niente. Per altri la colpa è dei genitori, fin dagli albori della storia, si sa … non ne combinano mai una buona! E poi i fratelli, peggio, le sorelle! Gli amici, i gatti! Il troppo lavoro, il troppo poco lavoro. I soldi, i politici, il caldo in estate, il formaggio sulla pasta, il formaggio che non basta, la tecnologia.

Potrei continuare, ma stilerei un elenco infinito e … non abbiamo tempo!


Vivere significa Evolvere, Migliorare, Cambiare

Vivere Evolvere Migliorare Cambiare
Photo by Against Sun – Pexels.com

La verità è che puntare il dito contro qualcuno, o qualcosa, non serve a niente. Si tratta qualcosa che non possiamo controllare.

Ciò che possiamo fare è lavorare sulla nostra persona, evolvere, migliorare, cambiare. Cambiare noi. Senza cercare di cambiare gli altri ed il mondo intero. Basterebbe avere un pizzico di coraggio ed avvicinarsi a sé stessi anziché essere così sfuggenti e scappare chissà dove.

Di fronte a noi oggi c’è la vita che abbiamo scelto, forse non è quella che sogniamo, ma è sicuramente quella che abbiamo scelto. E se non ci soddisfa siamo liberi di modificarla partendo dalla nostra persona assumendoci la responsabilità di fare scelte appaganti per il futuro a cominciare da adesso.

Concludo con le parole dell’inimitabile Roberto Benigni e vi invito a rifletterci su:

“L’unica maniera per realizzare i propri sogni è svegliarsi”.


Giulia Spano | Studentessa di Filosofia presso l’Università degli Studi di Torino
Email: giulia_spano1996@libero.it 

Social Media
Facebook
Instagram

Related Posts

Leave a Reply

My New Stories

Life-Coaching-Mentoring-Terapia
cinque categorie di persone da evitare
sostenibilia'ambientale:marketing e aziende sostenibili
amare se stessi
Journaling
life coaching e psicologia
costruire la propria vita
alla ricerca della verità
Fototerapia e Fotografia Terapeutica
Come vivere il tempo senza ansie
digital wellbeing
Tricotillomania
ascoltare con empatia
musica ansiolitico naturale